5 strumenti opensource per l’IT monitoring

Con la crescente complessità delle infrastrutture e delle applicazioni è cresciuta anche la necessità di implementare sistemi che permettano di avere e di mantenere tutto l’ambiente IT sotto controllo. L’IT monitoring comprende una vasta classe di prodotti e servizi progettati per aiutare le aziende a capire se e in che modo l’ambiente IT è online e performa ai livelli attesi, mentre risolve (o allerta chi di dovere) i problemi che rileva. Il monitoraggio è solitamente applicabile ad ogni componente infrastrutturale o di servizio (server, database, firewall, router e switch, sistemi operativi e applicazioni) e dovrebbe includere strumenti di reporting e sistemi di gestione degli alert.

Strumenti opensource per it monitoring

Che cos’è l’IT Monitoring

L’IT Monitoring è il processo che permette di raccogliere metriche predefinite sulle operazioni di un ambiente IT, sia lato hardware sia lato software, al fine di assicurarsi che tutto funzioni ai livelli attesi, dalle applicazioni ai servizi. Ad esempio, se applicato ad un webserver, uno strumento di monitoraggio IT può sia verificare se i siti erogati siano disponibili e con quali tempi di risposta, sia valutare i trend di utilizzo delle risorse (CPU, RAM, spazio disco) così da consentire interventi prima della saturazione e del blocco dei servizi o evitare sprechi per l’allocazione di risorse non necessarie.

Soprattutto a partire dal 2010, come conseguenza della crescente complessità e distribuzione delle architetture, i sistemi di monitoring IT si sono moltiplicati ed evoluti, permettendo il controllo di applicazioni, infrastrutture complesse, soluzioni on-premise e su cloud.

Le centinaia di prodotti e strumenti di IT Monitoring disponibili sul mercato presentano funzionalità estremamente differenti, sia in termini di complessità, sia di approccio: lo strumento o il software perfetto per il monitoraggio dell’ambiente IT di un’azienda può non essere adeguato per un’altra.

In questo articolo saranno presentati cinque strumenti opensource di IT Monitoring. Partendo dalle funzionalità di base, uno strumento di IT Monitoring deve sempre avere:

  • Un sistema di tracciamento automatico dei device connessi alla rete;
  • View live e cronologia delle performance divisa per device e applicazioni;
  • Configurazione delle notifiche e degli alert;
  • Generazione di grafici e report di analisi dell’attività sulla rete.

01. Prometheus

Prometheus è una delle piattaforme per il monitoraggio delle reti più usate al mondo: si tratta di una soluzione di monitoraggio opensource per il monitoring dei dati su serie temporali. Lo strumento è in grado di memorizzare informazioni sui devices utilizzando ping SNMP e esaminando l’utilizzo della banda dalla prospettiva del device stesso. Il sistema PromQL analizza i dati e permette al programma di creare grafici, tabelle e altre visualizzazioni in merito ai sistemi che sta monitorando.

Prometheus salva i dati su dischi locali in modo che siano facilmente accessibili e l’alert manager consente di mostrare una notifica (via email, PagerDuty o OpsGenie) ogni volta che si verifica un evento impostato dall’utente. Gli elementi visuali sono molto versatili e integrabili con Grafana. Prometheus supporta varie fonti di dati di terze parti come ad esempio Docker, StatsD e JMX.

02. Nagios 

Nagios è uno strumento opensource di monitoring sul mercato dal 1999. Monitora sistemi, applicazioni e servizi  (direttamente o mediante agent) e offre integrazioni con applicazioni di terze parti attraverso plugin aggiuntivi. Con Nagios è possibile rilevare automaticamente i dispositivi, monitorare i sistemi connessi e generare  grafici delle prestazioni.

Considerando il tempo di presenza di Nagios sul mercato, moltissimi plugin sono stati scritti per questo tool e se l’applicazione oggetto di monitoraggio non ne ha ancora uno proprio, lo sviluppo di plugin personalizzati in Nagios è estremamente semplice: è sufficiente creare uno script o uno programma che rispetti le linee guida fornite nel manuale di sviluppo. Sono disponibili vari linguaggi di programmazione a facilitare il compito.

Nagios permette anche la distribuzione  dell’esecuzione dei controlli su più macchine e l’esecuzione di controlli di tipo attivo o passivo (remoti o locali).

>Scopri il corso Nagios!

03. Zabbix

Zabbix è uno strumento di monitoraggio opensource completo e funzionale con un’interfaccia facile da usare. È un sistema centralizzato che salva i dati in un database relazionale per un’elaborazione efficiente. Zabbix permette di monitorare reti, server, infrastrutture cloud, applicazioni e servizi. Tiene traccia di informazioni quali l’utilizzo della banda, lo stato della rete e le modifiche apportate alla configurazione.

I dati sulle prestazioni in Zabbix sono collegati e interconnessi tramite SNMP e l’Intelligent Platform Management Interface (IPMI). È inoltre presente il supporto IPv6.

>Scopri il corso Zabbix!

04. Cacti

Cacti è una soluzione grafica opensource di monitoring costruita sul sistema di classificazione e plotting dei dati RRDTool che viene utilizzato per raccogliere dati sulle prestazioni nelle reti LAN. È disponibile per Windows e Linux e viene distribuito con il supporto SNMP.

Lo strumento utilizza le funzionalità di raccolta dei dati per collezionare informazioni (anche attraverso script personalizzati) sui vari device o network. Mostra poi le informazioni in grafici facili da comprendere, che possono essere organizzati secondo qualunque gerarchia rispetto alle esigenze di monitoraggio. È in grado di tracciare e mostrare in tempo reale le condizioni dei pacchetti in transito e dei vari sistemi operativi.

05. Opsview Community

Opsview Community è una suite opensource per il monitoraggio enterprise basata su Nagios, facile da usare, gestire e integrare. Permette di monitorare sistemi operativi, reti, sistemi cloud, macchine virtuali, container, database, applicazioni e altro.

Lo strumento è scritto per la maggior parte in Perl e si può eseguire sulle principali distribuzioni Linux e Solaris. Fornisce un’interfaccia web che permette di gestire la configurazione di Nagios per quanto riguarda host e servizi, la gestione degli eventi, le notifiche, memorizzazione dei dati di Nagios su database MySQL e la consultazione dello storico dei dati.

Opsview supporta il monitoraggio distribuito su più host (sia attivo, sia passivo), per ovviare ad eventuali problematiche legate alla sicurezza o di rete dei sistemi da monitorare.

Sei interessato all’implementazione di un sistema di IT Monitoring? Il set di competenze di Kinetikon ci permette non solo di aiutarti a scegliere e implementare correttamente il sistema di monitoraggio, ma di offrire alla tua azienda la consulenza necessaria per scegliere le metriche da monitorare, costruire dashboard efficienti e progettare un sistema di alert che si adatti alle esigenze di business.