Come diventare Database Administrator: competenze e ruolo

Si stima che, tutti i giorni, vengano creati circa 2.5 quintilioni di byte di dati e che questa quantità continui ad aumentare in modo esponenziale. Sono stati raccolti più dati negli ultimi due anni che durante l’intera storia dell’uomo. Ma dove vanno tutti questi dati? La risposta più comune è: vanno in un database. Senza i database e le competenze per interrogarli, sarebbe impossibile analizzare i dati.

L’era dei dati è cominciata: le aziende si stanno preparando a nuove tecniche e approcci di raccolta, manipolazione, analisi e storage. Hanno quindi anche bisogno di guardiani e manutentori per tutto questo tesoro di dati e informazioni: un gruppo specializzato comunemente noto con il nome di database administrator.

Come diventare DBA Database Administrator

Database Administrator: chi è e che cosa fa

Il Database Administrator si occupa di tutto ciò che è necessario per gestire un database e renderlo sempre disponibile. Il DBA è la persona che, tra gli altri compiti, gestisce i back up e assicura la disponibilità dei dati: soprattutto oggi, è un ruolo di importanza critica in tutti i team IT e per estensione, in tutte le organizzazioni.

Consideriamo ad esempio il customer service di una banca: il DBA è la persona che si accerta che l’operatore abbia un accesso facile e veloce alle tue informazioni, come ad esempio lo storico dei pagamenti o il conto attivo. In questo caso, il DBA si comporta come un amministratore di applicazioni o di sistema, ma questa figura ha molte altre responsabilità e compiti. Il DBA, ad esempio, si deve occupare di:

  • Installare e aggiornare il database server e le applicazioni;
  • Allocare le risorse fisiche richieste dal database, come ad esempio la memoria, lo spazio su disco, i requisiti di rete ecc.;
  • Modificare la struttura del database secondo le informazioni fornite dal team di sviluppatori;
  • Creare i profili utente ed assicurarsi che il sistema sia sicuro gestendo cautamente i permessi degli utenti;
  • Assicurarsi la compliance con il vendor, rispetto ad esempio al numero di installazioni consentite e gestendo i rinnovi e le licenze;
  • Creare ed applicare una strategia di backup e recovery, testando regolarmente i backup per assicurarsi che siano utilizzabili;
  • Monitorare lo stato di salute dei database, sia  delle relative applicazioni;
  • Creare report interrogando il database, secondo richiesta. Questi possono prendere la forma di report preformattati creati dall’applicazione front end, oppure da creare ah hoc;
  • Monitorare e ottimizzare le performance del database utilizzando strumenti manuali o automatici. Questo è probabilmente il compito più importante di un DBA;
  • Migrare le istanze del database in nuovi hardware e nuove versioni del software da on-premise ad un sistema cloud e viceversa.

Database Administrator: le competenze e le tecnologie

Vediamo quali sono le principali competenze di un database administrator:

DevOPs

I DBA sono sempre stati nel mezzo tra storage adminstator, amministratori di rete e sviluppatori: le linee di demarcazione tra i ruoli stanno scomparendo con l’adozione sempre più in larga scala dei processi DevOps. I DBA si devono quindi adattare per far parte di questo processo e di questa strategia in continua evoluzione.

Competenze Tecniche

Ci sono 3 principali categorie di skill tecniche che ogni DBA dovrebbe avere: sul cloud, sul networking e sulla sicurezza.

A differenza di altre tecnologie e trend passeggeri, il cloud è qui per restare. I futuri DBA avranno bisogno di imparare tutto sulle nuove infrastrutture cloud e di conseguenza sui nuovi strumenti e le nuove architetture. Avranno inoltre bisogno di imparare i concetti fondamentali del networking, dal momento che il solo modo per raggiungere un database nel cloud è attraverso la rete. Inoltre, un DBA deve garantire la sicurezza dei dati e del database stesso in ogni momento.

> Leggi anche: Cloud Skills per il futuro

Soft Skills

La soft skill più importante di un Database Administrator è la capacità di comunicare, ma sono anche richieste: capacità di leadership, collaborazione, gestione efficace del tempo, capacità di adattamento e intelligenza emotiva

Parlando invece di tecnologie, seguono quelle più richieste dalle aziende che cercano un Database Administator:

Come diventare Database Administrator

In Italia esistono diversi corsi di laurea e percorsi di specializzazione, generici in ambito tecnologico o specifici su dati e database, attraverso i quali si possono acquisire le competenze necessarie per diventare Database Administrator. È anche possibile intraprendere una carriera come DBA a partire da corsi e certificazioni specifici sulle singole tecnologie. Assicurati che la tua formazione includa: linguaggi e sistemi di gestione dei database, database relazionali (SQL) e non relazionali (NoSQL, ad esempio: MongoDB, Redis, Cassandra), sistemi operativi desktop e server, architettura di sistema e di rete e sicurezza informatica.

> Scopri i nostri corsi di Database Administration

La richiesta di amministratori di database è in continua crescita, grazie soprattutto dal fabbisogno di dati e dalla ricerca di un modo per processarli. La crescita è anche assecondata dall’ascesa del cloud e del Database as a service. Il DBA del futuro dovrà conoscere piattaforme e strumenti di cloud database che al momento registrano i migliori trend di crescita, ad esempio: Amazon Web Services, Azure e Google Cloud Platform. Anche il ruolo del DBA sarà oggetto di evoluzione, grazie soprattutto all’introduzione dell’automazione in tutte le strategie dell’IT. Nel caso specifico dei database, riducendo le operazioni manuali di inserimento, modifica ed eliminazione dei record, l’automazione probabilmente indirizzerà il ruolo e i compiti del DBA verso funzioni più strategiche che operative.