contratto ccnl metalmeccanici

Il nuovo CCNL Metalmeccanici, integrato con l’accordo del febbraio 2017, presenta come innovazione più significativa il diritto soggettivo alla formazione. L’accordo considera infatti strategico l’investimento delle imprese in termini di formazione continua, finalizzata ad aggiornare, perfezionare e sviluppare le conoscenze professionali e a porre rimedio al gap sulle competenze digitali.

In particolare, la previsione riguarda tutti quei dipendenti con un contratto a tempo determinato o indeterminato che abbiamo almeno 3 mesi di anzianità in azienda – anche non consecutivi, ma eseguiti durante l’anno. A questi dipendenti le aziende devono garantire 24 ore di formazione, da cui sono esclusi i corsi in materia di sicurezza obbligatoria: le aziende devono pianificare le attività formative entro il 31/12/2018 e svolgere i corsi entro il 31/12/2019.

Per partecipare alla formazione, il lavoratore dovrà iscriversi al corso a cui è interessato entro 10 giorni lavorativi dall’avvio del corso stesso. Se la formazione non viene definita e organizzata, il lavoratore ha il diritto di ricercare e partecipare a corsi di formazione all’esterno dell’azienda in cui è assunto, ricevendo un contributo di spese direttamente a carico del datore di lavoro fino a 300 euro nel triennio.

Kinetikon è a disposizione delle aziende per verificare i gap formativi nelle diverse aree di competenza ed effettuare un’analisi dei fabbisogni completa ed efficiente. Grazie anche alla collaborazione con i principali Fondi Interprofessionali, attraverso cui possono essere finanziate le ore di formazione, Kinetikon è in grado di progettare, presentare, gestire e rendicontare i progetti formativi a supporto dello sviluppo delle competenze.