Formazione e Innovazione Tecnologica

Il Mise e Fondimpresa hanno messo a disposizione delle aziende alcuni strumenti per stimolare la competitività e la ripresa delle aziende: formazione e innovazione tecnologica sono al primo posto tra i finanziamenti a disposizione per le imprese.

Strumenti per la ripartenza per le imprese - Finanziamenti e opportunità

Credito d’imposta Formazione

Il credito d’imposta è un’agevolazione introdotta per la prima volta dal Decreto di Bilancio del 2018, con l’obiettivo di promuovere gli investimenti delle imprese nella formazione dei dipendenti sulle tecnologie abilitanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese. Il bonus formazione 4.0 copre le spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili, limitatamente al costo aziendale riferito alle ore o alle giornate di formazione, fino al 50% per le piccole imprese.

Avviso 1/2020 Competitività Conto di Sistema Fondimpresa

Fondimpresa attraverso l’Avviso 1/2020 Competitività mette a disposizione delle aziende 72 milioni di euro in un’unica scadenza, per finanziare piani condivisi su temi chiave per la competitività tra cui la digitalizzazione dei processi aziendali. Un’opportunità concreta per usufruire di formazione specifica e altamente professionale, evitando esborsi economici in una situazione di crisi di mercato che rende preziosa ogni forma di risparmio per i costi delle aziende.

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali

Il Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali è un’agevolazione introdotta dal Mise e fa parte del più ampio piano di Transizione 4.0. Serve a supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive nel territorio dello Stato. Il credito d’imposta che viene riconosciuto equivale al massimo al 15% della spesa sostenuta. Il credito si applica agli investimenti effettuati a decorrere dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020. (Fonte: Mise)

Credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design

L’agevolazione si pone l’obiettivo di promuovere la spesa delle aziende in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica per sostenere la competitività delle imprese e per favorirne i processi di transizione digitale e nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale. Il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 10% delle spese in caso di attività di innovazione tecnologica finalizzate al raggiungimento di un obiettivo di innovazione digitale 4.0. (Fonte: Mise)